Pesaro
PesaroPesaro fondazione
Tabula Fabrorum
La ‘Tabula Fabrorum’ conservata nel museo Archeologico Oliveriano 2010 - 2014

Il museo Archeologico Oliveriano di Pesaro conserva un’epigrafe bronzea del III secolo detta Tabula Fabrorum. Si tratta di una tabella bronzea, iscritta, con una cuspide a timpano nella quale è inserito un piccolo rilievo raffigurante una Minerva. All’oggetto è legato anche un elemento separato: una cornice in forma di edicola con decori architettonici anch’essa in bronzo.
La tabella costituisce un raro documento della vita sociale della Pisaurum romana, e venne ritrovato nel 1880 durante scavi presso il Palazzo Barignani. L’epigrafe contiene infatti la deliberazione con la quale il Collegium Fabrorum, la corporazione che riuniva gli artigiani dediti alla lavorazione del legno e dei metalli, cooptano fra i propri patroni due illustri personaggi di rango senatorio. La data della deliberazione, deducibile dal testo dell’epigrafe, è il 5 gennaio 256. L’iscrizione si distingue inoltre per essere una delle due superstiti che recano il titolo integrale della città antica: colonia Iulia Felix Pisaurum.
La cornice che racchiude la tabella è invece un manufatto composito, realizzato alla fine del XIX secolo, assemblando vari frammenti eterogenei, alcuni dei quali antichi e attinenti probabilmente la tabella stessa.
Entrambi gli oggetti, di grande importanza per la storia della Pesaro romana, si trovavano in stato di conservazione assai precario. La Fondazione Scavolini ne ha curato il restauro, congiuntamente a un’indagine volta alla ricostruzione della loro configurazione originaria.
Per l'esposizione della Tabula è stata infine realizzata una nuova bacheca la cui illuminazione permette di apprezzare i rilievi e le incisioni che il manufatto presenta.


Il Compasso di Michele Papi & C. snc, Urbino
Esecuzione lavori



Copyright © 2005 Fondazione Scavolini - Pesaro - CREDITS